Impresa sociale

Spilliamo birre per erogare servizi

Fare impresa sociale è un processo semplice (per quel che riguarda il fare) ma arduo (per quel che riguarda il come) soprattutto dentro un sistema normativo che ad oggi ancora in Italia non chiarisce ruolo e mission di un’impresa sociale e non supporta iniziative private che promuovono socialità e prossimità.

Perchè dei privati, associati in cooperativa di produzione lavoro, dovrebbero investire denaro, energie e passione in un progetto che non riguarda solo le proprie tasche ma il contesto in cui è inserito? Quali vantaggi potrebbero ricavarne? Ad oggi, vantaggi economici non ce ne sono: né sgravi fiscali, né contributi diretti, né agevolazioni. Saremo idealisti, forse sognatori, ma non riusciamo a immaginare di lavorare se non per migliorare un po’ il mondo in cui viviamo.

Il progetto di via Baltea nasce con l’intento di riuscire a erogare servizi e attività ai cittadini e per la Città attraverso l’auto-finanziamento derivante dalle attività commerciali (il ristorante, il panificio, gli affitti degli spazi, etc).
Per farla semplice, noi spilliamo birre per erogare servizi.

Il Bar Sociale è il cuore dei Laboratori di Barriera di Via Baltea e promuove attraverso l’aps SUMISURA tutte le attività socioculturali e i servizi che vengono realizzati all’interno del community hub dei Laboratori di Barriera. Uno spazio aperto ai cittadini e accessibile a tutti, che è tanti bar in uno: luogo di aggregazione, socialità, scambio di pratiche e saperi e promozione di progetti realizzati da chi lo “abita”. Le attività del Bar Sociale non si limitano a uno spazio fisico, ma vengono progettate e realizzate anche negli spazi pubblici del quartiere, in collaborazione con associazioni e abitanti.
Ecco i progetti principali che - dal 2014 ad oggi - abbiamo costruito e curato: 

Chiacchiere da Bar
tutti i giovedì dalle 15 alle 18

Bar Sociale

Ovvero, uno sportello informale collocato all’interno della caffetteria di via Baltea dove gli utenti possono trovare risposte e suggerimenti utili alla ricerca casa, formazione professionale, risparmio energetico e ricerca lavoro. Lo sportello è attivo da gennaio 2015 tutti i giovedì pomeriggio dalle 15,00 alle 18,00 con la presenza fissa di un operatore che garantisce la realizzazione delle attività. Le attività di informazione e orientamento sono realizzate anche grazie alla consulenza e supporto di di Retenergie, CoAbitare, Informagiovani Torino.
All’interno dello sportello sono oggi attivi:

  • uno spazio di orientamento legale su appuntamento dedicato a diritto del lavoro, famiglia, risarcimento danni, locazioni e sfratti, problemi condominiali;
  • uno spazio di ascolto in collaborazione con la Scuola Superiore di Counseling di Torino e ASAI, dedicato a adolescenti e giovani;
  • uno spazio di orientamento e informazione sul cohousing grazie alla collaborazione dell’associazione Coabitare

 

Brico bar
tutti i mercoledì dalle 15 alle 18

è la versione italiana dei repair cafè olandesi: ovvero, uno spazio dove imparare ad aggiustare oggetti e scambiarsi competenze. La caffetteria di via Baltea ha una parete attrezzata con strumenti utili alla riparazione (dal martello alla sega, dai chiodi ai fili elettrici) a disposizione di tutti. Il mercoledì pomeriggio è disponibile anche un riparatore esperto che accompagna i volenterosi ad aggiustare vecchi oggetti rotti o a trasformarli in qualcos’altro. Obiettivo: non sprecare, recuperare dove possibile e dare nuova vita ad oggetti vecchi.
Hai una sedia rotta? Un tostapane che frigge al posto di scaldare? Hai del tempo libero che vuoi dedicare a un progetto utile? Vieni a trovarci!

 

Cucina di Comunità
2 venerdì al mese dalle 15 alle 18

Kitchen Club

Cucina di Comunità è un progetto di Sumisura in collaborazione con Fa bene, avviato con il contributo della Fondazione CRT e della Compagnia di San Paolo. E’ un laboratorio aperto a tutti dove si impara a cucinare miscelando ingredienti e persone. Uno spazio multifunzionale dove sperimentare e stringere relazioni, all’insegna delle tre parole chiave del progetto: recuperare, inventare, spadellare, con un occhio alla socialità e uno alla sostenibilità.
Mentre si impara a non sprecare riutilizzando gli scarti e assemblandoli in nuove ricette,nella Cucina di Comunità si fanno anche incontri. Stringere relazioni cucinando è uno degli aspetti principali del progetto: uno spazio aperto a chiunque, dove si impara a cucinare sotto la guida di un cuoco esperto e quel che si è preparato lo si può portare a casa. Gli abitanti di Barriera di Milano, stranieri o disabili si ritrovano ai fornelli a chiacchierare e conoscersi, un’attività che favorisce l’integrazione sociale e implementa positivamente il senso di autostima dei partecipanti, spesso provenienti da situazioni di difficoltà e inadeguatezza, anche economica.

Tutti questi progetti hanno ricevuto contributi per la fase di avvio e start-up delle attività. Oggi sono realizzati in maniera continuativa grazie al lavoro volontario dei soci di Sumisura. L’impresa sociale di via Baltea è un’impresa eccezionale: riuscire a garantire accesso ai servizi di prossimità che offriamo a tutti i cittadini senza costi aggiuntivi. I progetti sociali di via Baltea sono aperti a tutti, senza soglia di accesso e gratuiti. Riuscire a mantenerli è la vera impresa eccezionale che tentiamo tutti i giorni.

E, come diceva Lucio Dalla, la vera impresa eccezionale è essere normale.
Ed è la normalità, la quotidianità che ci piacerebbe riuscire a garantire.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy